Appendice: Glossario

Crosswalk, crosswalking
Un termine generico per lo spostamento di dati dal formato di uno schema di codifica o database all'altro. Per quanto riguarda EpiDoc, si riferisce spesso alla trasformazione dinamica delle distinzioni semantiche delle edizioni epigrafiche e papirologiche tra XML EpiDoc e uno o più dati di testi o documenti di catalogo. Questi "crosswalk" possono avvenire in entrambe le direzioni, o in alcuni casi in entrambe le direzioni e al contrario, senza perdita di informazioni. Crosswalk di spicco svolte dalla comunità EpiDoc includono: la conversione di IRT da EpiDoc al formato database di EDH; la migrazione del contenuto di Duke Databank, HGV e APIS a EpiDoc come parte del progetto Papyri.info (la migrazione HGV-a-EpiDoc è senza perdite e bidirezionale); l'attuale conversione delle banche dati costitutivi EAGLE in XML EpiDoc nell'ambito del progetto EAGLE Europeana.
Codifica
Codifica in questo contesto significa la conversione di informazioni leggibili in informazioni leggibili a macchina, ad esempio, in formato XML.
Fogli di stile EpiDoc (esempio)
Codice software, scritto in Extensible Stylesheet Language (XSL o XSLT), e destinato ad essere utilizzato nella trasformazione di file da XML EpiDoc ad altri formati (principalmente di testo e HTML) utilizzando una serie di convenzioni tipografiche standard (ad esempio, Leiden). Documentazione e ulteriori informazioni si trovano nella pagina "Stylesheets" (Fogli di stile) nella Wiki EpiDoc.
Schema EpiDoc
Un insieme di regole formalmente strutturato che indica ad un editor XML o a un processore quali elementi, attributi e altri contenuti sono disponibili in un file Wiki EpiDoc e come questi devono essere strutturati. Documentazione e ulteriori informazioni si trovano sulla pagina Schema nella Wiki EpiDoc.
Leiden, Convenzioni Leiden
Un insieme di regole per la codifica di testi epigrafici e papirologici classici che utilizza simboli semplici, arbitrari e inequivocabili per rappresentare osservazioni editoriali e interventi, ad esempio '[' e ']' per testo perduto (ripristinato o in lacune). Ci sono diverse variazioni minori di Leiden ora in uso (Krummrey-Panciera e Petrae forse le piu' importanti). Una buona sintesi di Leiden puo' essere trovata all'indirizzo en.wikipedia.org/wiki/Leiden_Conventions
Leiden+ (Leiden-plus)
Leiden+ è un sistema di codifica del testo, basato strettamente su Leiden, che pero' include nuovi segni e combinazioni per la codifica di apparati critici complessi, creato ad esempio, per l'ambiente editoriale "tags-free" del Papyrological Editor. Descrizione e documentazione completa di Leiden+ si trova presso papyri.info/editor/help.
Markup (Codifica)
Il Markup, Linguaggio di marcatura, è un modo per codificare il contenuto di un testo al fine di consentire diversi modi di rappresentazione e, ad esempio, per estrarre informazioni da raccogliere per indici, o strumenti di ricerca (cfr. Codifica ).
"Markup" a volte è anche usato come nome breve per la Markup List, una mailing list per la discussione di Wiki EpiDoc e di altre questioni di codifica dei testi antichi.
Morpheus
Il servizio di analisi morfologica Morpheus è uno strumento sviluppato originariamente da Perseus , le cui versioni sono in uso da Papyri.info e da TLG per la lemmatizzazione dei testi greci. La versione Perseus dello strumento si utilizza anche per la lemmatizzazione del latino e dell'arabo. (Maggiori informazioni su Bamboo e Perseus.)
Papyrological Navigator (PN) (Navigatore Papirologico)
L'interfaccia di "ricerca e sfoglia" della piattaforma Papyri.info, che incorpora i DDbDP, HGV, APIS e altri database papirologici.
Papyrological editor (PE) (Editor Papirologico)
Lo strumento per l'elaborazione e la gestione dei testi e del flusso di lavoro editoriale della piattaforma Papyri.info che permette il contributo della comunita' e l'emendazione del corpus documentario papirologico, in particolare attraverso l'interfaccia editoriale "tags-free" Leiden + .
Perseus
Il Perseus Digital Library Project studia la progressione da fisico a biblioteche digitali ed offre un crescente numero di testi. Ricerche e una serie di altri strumenti possono essere utilizzati direttamente sul sito durante la lettura, come ad esempio il dizionario di Morpheus per i testi greci e latini.
Pleiades
A gazetteer of places and place names from the ancient world, building on the project that produced the Barrington Atlas of the Greek and Roman World. Pleiades assigns unique identifiers to all places, enabling a web of Linked Data such as that curated by the Pelagios project. Pleiades can be found at pleiades.stoa.org.
TEI
Text Encoding Initiative. Linee guida e strumenti per la codifica di testi letterari e storici in XML . È il formato su cui è basata la Wiki EpiDoc. Le più recenti linee guida TEI si possono trovare online all'indirizzo http://www.tei-c.org/release/doc/tei-p5-doc/en/html/index-toc.html.
World Wide Web Consortium
Il World Wide Web Consortium (W3C) è una comunità internazionale per lo sviluppo di standard utilizzati ovunque l'Internet. Il pubblico può partecipare, ma vi e' anche personale a tempo pieno e intere organizzazioni membri dell'impresa. Per maggiori informazioni, vedere: www.w3.org.
XML
Extensible Markup Language. Un formato di codifica basato su testo che consente la codifica di testo strutturato o di dati in formato leggibile dall'uomo e dalla macchina. È la base tecnica di entrambe TEI e Wiki EpiDoc, ed è uno standard gestito da il World-wide Web Consortium. Vedere www.w3.org/XML per le specifiche e ulteriori informazioni.
XSLT
Extensible Stylesheet Language Transformations. XSLT è un linguaggio che può convertire documenti in XML verso un diverso formato XML o in altri formati, ad esempio il formato HTML utilizzato per i siti web, il formato di importazione per un database, o l'Open Document Format che sta dietro un documento di elaborazione testi. Gli EpiDoc Stylesheets (Fogli di Stile EpiDoc) sono un esempio di XSLT utilizzato per trasformare XML EpiDoc in formati di visualizzazione comuni. Un'introduzione utile per XSLT è offerta da W3 Schools.

Responsibility for this section

  1. Gabriel Bodard, author
  2. Laura Löser, author
  3. Tom Elliott, author
  4. Eleonora Litta, translated to Italian
  5. Pietro Liuzzo, checked italian translation

EpiDoc version: 8.19

Date: 2014-07-31